Fiabane & OKITE

logo Okite






Fiabane è punto vendita autorizzato e laboratorio specializzato OKITE per la provincia di Belluno.

Biografia

Biografia di Franco Fiabane per conoscere meglio l'artista e le sue Opere

Franco Fiabane Artista
Photo gallery
Speciale arte

Come nasce un'opera d'arte?  
In una breve sequenza fotografica le fasi che portano un disegno a diventare un'opera grandiosa.

realizzazione di una grande opera
Home Realizzazione di un altorilievo in duralbo

Realizzazione di un altorilievo in duralbo

Prendiamo in esame la realizzazione di una formella rappresentante il battesimo di Cristo situata presso la chiesa del Mas Peron (Belluno) consacrata nell’estate del 2006, opera dell’arch. Alberto De Biasio; teniamo presente che è un bassorilievo di 3.30 m c.a. di lato costituita da un composto a base cementizia.

L’opera inizia con la realizzazione del disegno esecutivo eseguito in una scala adeguata, quindi la riproduzione dello stesso in dimensioni reali sul supporto al quale sarà applicata l’argilla che una volta modellata darà origine alla parte scultorea. Terminato il modello in argilla sarà ricoperto di un impasto gessoso diviso in sezioni di dimensioni adatte ad essere poi lavorate. Una volta rappreso il gesso, verrà staccato e ripulito dall’argilla rimasta attaccata, e successivamente le sezioni verranno ribaltate e ricomposte dando origine ad uno stampo al negativo.

La fase successiva è di eseguire il getto, in altre parole il composto a base cementizia viene colato nello stampo; ora non resta che attendere che il materiale cementizio arrivi a maturazione facendo presa, dopo di che sarà staccato il materiale gessoso lasciando apparire l’opera terminata in materiale cementizio dando origine ad un pezzo unico, in altre parole non riproducibile ulteriormente poiché lo stampo viene completamente distrutta in fase di lavorazione.

Ogni operazione descritta deve avvenire con la massima cautela e cura nei particolari poiché un errore comprometterebbe l’intera operazione. Le ultime operazioni sono le più pericolose: il sollevamento in posizione verticale della formella, e poi il trasporto e la messa in opera del manufatto, operazioni queste che devono essere prese in considerazione già dalle battute preliminari. Basti pensare che in questo caso la formella dal peso approssimativo di 3000 kg è stata infilata attraverso una fessura di 70 cm lasciata appositamente sulla copertura della chiesa ed incassata in una nicchia appositamente creata; accorgimento questo che ha permesso di far uscire dal piano verticale della parete solamente le tre figure rappresentate.

 



A-1    Si realizzano gli studi grafici con progetti, tipologie materiali e dimensioni dell’opera in accordo con la committenza e l’eventuale professionista

 


 



A-2    Nella fase di modellatura si procede alla realizzazioni di modelli in argilla  o gesso, rispondenti agli studi fatti in precedenza; questi modelli sono indispensabili per visualizzare in anteprima l’opera definitiva con possibilità di modifica. Anche questa fase è richiesta la collaborazione della committenza.



A-3    Dal modello di argilla si preparano gli stampi in negativo delle superfici da riportare, con operazioni molto delicate e complesse, dove sono richiesti estrema precisione a garanzia di una perfetta esecuzione delle stesse.



A-4    Si affiancano quindi gli stampi in negativo pronti per la colata del duralbo; importanti sono i perfetti allineamenti tra le figure, gli esatti livelli dei piani, la stabile e sicura struttura per ospitare la colata.



A-5    Dopo la presa e indurimento l’opera viene liberata; vengono quindi verificati tutti i particolari più complessi, e l'opera viene ripulita e lavorata in tutte le sue parti. Vengono poi stese le patine necessarie per completare le superfici.



A-6    L’altorilievo è pronto per la sua posa in opera nella destinazione finale, che viene eseguita da personale specializzato.


 

 guarda anche la realizzazione di un portale marmoreo >>>